Cesconi

Cesconi Vini

Azienda familiare, con una grande tradizione viticola maturata sulle colline di Pressano e che affonda le proprie radici nella storia. Nel corso degli anni arrivano alla conversione biologica di tutti i vigneti, e più recentemente si avvicinano alla biodinamica, in un percorso di continua crescita. Attualmente i vigneti si estendono per una superficie di circa 20 ettari, suddivisi tra la zona di Pressano e la valle del Sarca, e caratterizzati da profonde differenze di clima e suolo.

Le vigne si trovano quindi in due zone profondamente diverse del Trentino, che riflettono anche nei vini la loro complessa unicità.

PRESSANO

Ad un’altezza di circa 300 m slm, il clima continentale offre escursioni termiche marcate fra giorno e notte. I terreni derivano dalla disgregazione di una roccia la cui genesi risale a centinaia di milioni di anni fa: questi suoli sono profondi e fertili, e caratterizzati da una notevole dotazione minerale. Qui si coltivano principalmente varietà bianche come la Nosiola, il Traminer Aromatico, il Pinot Bianco e il Pinot Grigio, lo Chardonnay, il Sauvignon e il Lagrein, l’unica a bacca rossa. Caratteristiche comuni ai vini che nascono da questo territorio sono la struttura, marcata e definita, l’evidente sapidità e lunghezza, e la grande longevità.

PIVIER E PRABI

L’Ora del Garda – il vento proveniente dal lago – si leva puntuale su questi vigneti mitigando le temperature e l’escursione termica e contribuendo così a creare un ambiente ideale per l’olivo e altre specie mediterranee. Nel vigneto di Prabi, con terreni sciolti di origine alluvionale, si coltivano Manzoni Bianco e Riesling; mentre l’argilla, presente in abbondanza nel suolo del Pivier, è un ingrediente fondamentale per la coltivazione di rossi come Merlot e Cabernet Franc. Nei vini contribuisce alla formazione di tannini più fitti, alla colorazione dalle tonalità intense e scure, mantenendo allo stesso tempo la stabilità delle acidità e il frutto sempre integro e fragrante.

azienda-
azienda-
azienda-
azienda-

Cesconi Vini

CHARDONNAY

CHARDONNAY

MANZONI BIANCO

MANZONI BIANCO

MORATEL

MORATEL

NOSIOLA

NOSIOLA

OLIVAR

OLIVAR

PINOT GRIGIO

PINOT GRIGIO

PIVIER

PIVIER

GEWÜRZTRAMINER

GEWÜRZTRAMINER

BLAUWAL BRUT

BLAUWAL BRUT

DER BLAUWAL

DER BLAUWAL

  • CHARDONNAY
  • MANZONI BIANCO
  • MORATEL
  • NOSIOLA
  • OLIVAR
  • PINOT GRIGIO
  • PIVIER
  • GEWÜRZTRAMINER
  • BLAUWAL BRUT
  • DER BLAUWAL
  • CHARDONNAY

    Le uve provengono dai vigneti vocati della collina di Pressano, ad un altitudine di circa 300 metri s.l.m. con esposizione ovest e sud ovest. I terreni sono mediamente profondi e dotati di buona fertilità. Le viti sono allevate a guyot e a pergola con una densità rispettivamente di 7000 e 4000 piante a ettaro. L’età media delle viti è di 30 anni circa.

    VINIFICAZIONE
    L’uva raccolta a mano subisce una pressatura soffice in assenza di ossigeno, il mosto così ottenuto fermenta in barriques ed in botte grande di rovere e affina a contatto con i lieviti per nove mesi; l’uso oculato della botte permette il pieno rispetto delle caratteristiche varietali e l’ottenimento di un vino elegante ed equilibrato. L’imbottigliamento avviene normalmente alla fine dell’estate successiva alla vendemmia.

    BOTTIGLIE PRODOTTE E RESE
    La resa per ettaro è di circa 80 quintali d’uva. Vengono prodotte annualmente circa 15.000 bottiglie.
  • MANZONI BIANCO

    ZONA DI PRODUZIONE
    Il vigneto di produzione sito nella zona di Prabi è caratterizzato da terreni alluvionali originati nel corso dei secoli dal fiume Sarca, che lo costeggia. Il fiume Sarca nasce nel parco dell’Adamello Brenta, un territorio dotato dal punto di vista geologico di una grande complessità che va dalle rocce vulcaniche alla dolomia passando per le scisti della Val Rendena. Il clima della zona è fortemente influenzato dalla brezza proveniente dal lago di Garda (Ora del Garda).

    VIGNETO
    Prabi è uno dei vigneti più recenti con un’età media di 11 anni. Le viti sono allevate a guyot, con una densità di 7000 piante ad ettaro.

    VINIFICAZIONE
    Le uve raccolte a mano sono in parte pressate dopo una breve macerazione a freddo e in parte vinificate con il metodo dell’alzata di cappello sfruttando l’azione dei lieviti presenti sulle uve. La fermentazione avviene in serbatoi di acciaio inox a cui segue un periodo di affinamento di otto mesi circa a contatto con i lieviti prima di essere imbottigliato.
  • MORATEL

    Da uve Merlot, Lagrein, Teroldego e Cabernet - Le uve Lagrein e Cabernet sono prodotte a Pressano, in un vigneto con leggera esposizione a ovest, dotato di terreni sciolti e profondi. Le altre uve provengono dai vocati vigneti del Pivier nella Valle dei Laghi; i terreni sono di origine morenica, con una consistente dotazione in limo ed argilla. L’effetto mitigante del Lago di Garda facilita la maturazione delle varietà rosse.

    VIGNETI
    Le viti sono allevate a guyot con una densità variabile dai 5500 agli 8.000 ceppi per ettaro ad accezione del Lagrein, coltivato a pergola doppia con 3.500 piante per ettaro. Le viti hanno un’età media di 25 anni.

    VINIFICAZIONE
    Le uve raccolte a mano sono diraspate e gli acini lasciati interi fermentano in serbatoi di acciaio inox. La macerazione dura circa 10 giorni per Lagrein e Teroldego e circa 20 giorni per Merlot e Cabernet. Completata la macerazione il vino affina in barriques per circa 12 mesi al termine dei quali viene fatta la cuvée fra i diversi vini. Al fine di salvaguardare la freschezza e le caratteristiche fruttate del vino le botti utilizzate sono esclusivamente usate. Dopo l’imbottigliamento Moratel viene lasciato affinare per almeno sei mesi in bottiglia prima della messa in commercio.
  • NOSIOLA

    La Nosiola è l’unica varietà autoctona bianca del Trentino. Un tempo molto diffusa su tutto il territorio della provincia era soprattutto coltivata sulla collina di Pressano e nella Valle dei Laghi. In tempi recenti la varietà ha subito un forte ridimensionamento a favore di varietà internazionali tanto da divenire quasi “rara”. A differenza di quello che si è sempre pensato i vini che ne derivano possono essere molto longevi.

    ZONA DI PRODUZIONE
    La Nosiola è piantata nei vigneti più alti ai confini con il bosco ad una quota di circa 500 metri s.l.m. a nord-est di Pressano. Il vigneto è esposto a ovest e presenta un terreno sciolto posto su un conoide di deiezione di Dolomia profondo e dotato di giusta fertilità. Le viti hanno un’età media di 30 anni e sono allevate a pergola semplice, con una densità di circa 3500 piante a ettaro.

    VINIFICAZIONE
    Una parte delle uve viene diraspata e macerata per 4-5 giorni fino “all’alzata del cappello”, a questo punto il mosto fermentante viene unito a quello ottenuto dalla pressatura diretta delle uve. La fermentazione prosegue in contenitori di acciaio inox ed in botte grande di acacia. Il legno di acacia, permette di coniugare i pregi della vinificazione in legno con la salvaguardia del fine e delicato bouquet della Nosiola. Il vino rimane a contatto con il proprio lievito per circa 9 mesi prima di essere imbottigliato alla fine dell’estate.
  • OLIVAR

    Da uve Pinot bianco, Chardonnay, Pinot grigio - Le uve provengono dai vigneti di Pressano che costantemente danno i migliori risultati. L’altitudine è di circa 300 metri s.l.m., con un esposizione ovest e sud-ovest. I terreni sono di medio impasto con buona profondità e fertilità. Chardonnay e Pinot Grigio sono allevati a guyot con una densità di circa 7000 piante ad ettaro mentre il Pinot Bianco è allevato a pergola con densità di circa 4000 ceppi per ettaro. L’età media del vigneto è di circa 25 anni.

    VINIFICAZIONE
    Le diverse varietà hanno tempi di maturazione leggermente diversi che impongono raccolte separate. Le uve raccolte a mano, sono pigiate e macerate per qualche ora prima di venir pressate in assenza di ossigeno. Il mosto non subisce alcuna aggiunta e viene decantato per 12 ore prima di essere avviato alla fermentazione. Fermenta in botte grande di rovere ed in barriques dove sosta per dieci mesi circa; le diverse varietà vengono assemblate accuratamente dopo tale periodo e l’imbottigliamento cade solitamente dopo 18 mesi dalla vendemmia.

    BOTTIGLIE PRODOTTE E RESE
    La vite adulta riduce progressivamente la sua produzione; la resa media di questi vigneti è di 70 q/Ha. La produzione annua di questo vino varia da 10000 a 15000 bottiglie.
  • PINOT GRIGIO

    Le uve Pinot grigio per la produzione di questo vino provengono dal vigneto di Prabi e dalla collina di Pressano. Sono vigneti caratterizzati da terreni ricchi e profondi, che imprimono alla varietà un’adeguata vigoria. Le viti hanno una età media di 20 anni e le forme di allevamento utilizzate sono Guyot e Pergola Trentina, con una densità che varia da 3000 a 7000 piante ad ettaro.

    VINIFICAZIONE
    Le uve raccolte a mano sono pigiate e pressate in assenza di ossigeno e senza aggiunte di anidride solforosa. Il mosto fermenta parte in serbatoi di acciaio inox e parte in botte grande di rovere. Il contatto prolungato con i lieviti di fermentazione ed i ripetuti batonage durante l’affinamento conferiscono al vino finezza e complessità. A maggio viene imbottigliato e messo in commercio dopo un breve periodo di sosta in cantina.
  • PIVIER

    Da uve Merlot provenienti dal vigneto Pivier. - Il vigneto si trova nei pressi dell’abitato di Ceniga, nella Valle dei Laghi, ha giacitura piana con una leggera ondulazione collinare tipica dei terreni di origine morenica. I suoli sono caratterizzati da una forte dotazione in limo ed argilla; il clima per la vicinanza del Lago di Garda presenta connotati mediterranei. Le viti sono allevate a guyot con una densità variabile dai 5.500 fino agli 8.000 ceppi ad ettaro.

    VINIFICAZIONE
    L’uva, frutto di una accurata selezione in vigneto, viene diraspata e gli acini selezionati su un banco di cernita sono messi a fermentare in un tino aperto di rovere. Dopo circa 30 giorni di macerazione si fa la svinatura. Il vino,così ottenuto, viene poi travasato in barriques, di 1° e 2° passaggio dove affina per almeno 12 mesi. Le singole barriques sono selezionate e travasate in legno grande dove il vino rimane ulteriori 6 mesi prima di essere imbottigliato. Dopo l’imbottigliamento Pivier affina in bottiglia per almeno 6 mesi prima della commercializzazione.

    BOTTIGLIE PRODOTTE E RESE
    Le resa media per il Merlot non supera i 50 q/ha. La produzione del Pivier è strettamente dipendente dall’andamento stagionale che condiziona l’ottimale maturazione dell’uva. Mediamente vengono prodotte 10.000 bottiglie all’anno.
  • GEWÜRZTRAMINER

    ZONA DI PRODUZIONE
    Il Gewürztraminer è piantato nei vigneti della collina di Pressano con maggior pendenza dotati di buon drenaggio e con terreno meno profondo. Le viti sono allevate a guyot con una densità variabile dai 5500 agli 8000 ceppi ad ettaro e hanno un’età media di 20 anni. L’esposizione dei vigneti è ovest e sud-ovest.

    VINIFICAZIONE
    Le uve raccolte a mano sono pigiate e vengono macerate per circa 6-8 ore prima della pressatura. La fermentazione avviene in serbatoi di acciaio inox e il vino rimane successivamente a contatto dei lieviti fino alla primavera. La fermentazione viene bloccata su una piccola parte del volume totale, al fine di preservare il leggero residuo zuccherino naturale. Il vino viene imbottigliato alla fine dell’estate successiva alla vendemmia e commercializzato in autunno.

    RESE
    La varietà Gewürztraminer è molto esigente in termini di terroir ed impone rese molto basse per il raggiungimento di un ottimale maturazione delle uve. In questo vigneto si producono circa 50 q/Ha di uva.
  • BLAUWAL BRUT

    Da uve Chardonnay - Le uve provengono dai vigneti della collina di Pressano siti inlocalità Garli ad un’altitudine di circa 300 metri s.l.m. con esposizione Ovest e Sud-Ovest. Le viti sono allevate a pergola con una densità di circa 4000 piante ad ettaro ed un’età media di 30 anni. La resa in vigna è di 100 q/ha circa.

    VINIFICAZIONE
    Le uve raccolte a mano preservandone l’integrità vengono sottoposte a pressatura soffice in assenza di ossigeno ottenendo una resa del 55%. Il mosto così ottenuto fermenta in serbatoi di acciaio inox e barriques usate. Alla fermentazione segue la fermentazione malolattica e un affinamento sul lievito di 8 mesi. Al termine di questo periodo il vino dell’annata va a costituire assieme al vino di annate precedenti la cuvèe destinata al tiraggio.

    RIFERMENTAZIONE /MATURAZIONE
    La rifermentazione avviene in bottiglia previa aggiunta di 24 g/l di zucchero che sviluppano una sovra-pressione di 6 atm. Dopo un affinamento a contatto dei lieviti di 40 mesi le bottiglie sono spostate sulle pupitres dove avviene il remuage che consiste nello spostamento nella zona del tappo del lievito che verrà poi eliminato con la sboccatura. Con quest’ultima operazione inoltre il tappo a corona viene sostituito dal tappo a fungo.

    DOSAGGIO
    Blauwal Brut subisce un rabbocco con il vino base di partenza aggiunto di una piccola quantità di zucchero di canna.

    Formati disponibili: Bottiglia 0,75, Magnum 1,50
  • DER BLAUWAL

    TRENTO D.O.C. RISERVA EXTRA BRUT - Chardonnay 100%

    ZONA
    Le uve provengono dai vigneti della collina di Pressano siti in località Garli ad un’ altitudine di circa 300 metri s.l.m. con esposizione Ovest. Le viti sono allevate a pergola con una densità di circa 4000 piante ad ettaro ed un’età media di 40 anni. La resa in vigna è di 90 q/ha circa.

    VINIFICAZIONE
    Le uve raccolte a mano preservandone l’integrità vengono sottoposte a pressatura soffice in assenza di ossigeno ottenendo una resa che non supera il 50%.
    Il mosto così ottenuto è travasato in barriques usate dove avvengono fermentazione alcolica e malolattica seguite da un periodo di affinamento sul lievito di 8 mesi. A questo punto il vino base viene preparato per il tirage rispettando le caratteristiche dell’annata.

    RIFERMENTAZIONE /MATURAZIONE
    La rifermentazione avviene in bottiglia previa aggiunta di 24 g/l di zucchero che sviluppano una sovra-pressione di 6 atm. Dopo un affinamento a contatto dei lieviti di 84 mesi le bottiglie sono spostate sulle pupitres dove avviene il remuage che consiste nello spostamento nella zona del tappo del lievito che verrà poi eliminato con la sboccatura. Con quest’ultima operazione inoltre il tappo a corona viene sostituito dal tappo a fungo.

    DOSAGGIO
    Blauwal viene rabboccato con lo stesso vino base di partenza, senza ingredienti aggiunti.

    UTILIZZO
    Der Blauwal è sapido molto complesso e una bollicina di grana fine e non comune grazie al lunghissimo affinamento di 84 mesi regala grande evoluzione nel bicchiere al variare della temperatura. Ottima come bollicina a tutto pasto.

    AFFINAMENTO
    La forma del collo della bottiglia più stretto del normale è volta ad assicurare una lunga vita ed evoluzione anche dopo il degorgement. L’ esperienza ci insegna che anni di corretto affinamento in cantina regala sesazioni esaltanti evolvendo in maniera elegante grazie alla fermentazione in legno mantenendo la sua freschezza per molti anni.
  • CHARDONNAY
  • MANZONI BIANCO
  • MORATEL
  • NOSIOLA
  • OLIVAR
  • PINOT GRIGIO
  • PIVIER
  • GEWÜRZTRAMINER
  • BLAUWAL BRUT
  • DER BLAUWAL

Logo Unica

UNICA S.A.S. - Via dei Ciliegi, 2a - 37026, Pescantina (Verona) Italy
Partita Iva 04278500238
info@unicaselection.com